Autunno, Proteggere il tuo cavallo dalle foglie velenose

Reading Time: 2 minutes read

Gli alberi di Acer e Prunus si trovano spesso intorno ai pascoli dei cavalli e hanno foglie particolarmente velenose per i cavalli mentre appassiscono.

I cavalli che consumano foglie di acero spesso muoiono entro un paio di giorni. Inizialmente dopo l’ingestione, un cavallo mostra generalmente una grave depressione e diventa debole a causa della riduzione del flusso di ossigeno attorno al corpo.

Aumento della frequenza cardiaca e della respirazione nel tentativo di far circolare ossigeno, si osservano spesso urine rosse o scure e le loro mucose (compresi i bianchi intorno agli occhi) potrebbero apparire leggermente gialle. In definitiva, questa incapacità di trasportare ossigeno adeguato attraverso il sangue porta alla morte.

La prognosi è in genere scarsa. In uno studio retrospettivo su 32 casi equini di avvelenamento da acero, 19 sono morti. Sono stati osservati numerosi segni clinici tra cui coliche, febbre e laminite. Non esiste una cura, quindi i cavalli che hanno mangiato foglie di acero rosso ricevono cure di supporto, inclusa la terapia con fluidi.

Non tutti gli aceri rossi sono tossici, tuttavia altre specie – inclusi aceri di zucchero e aceri d’argento – sono state trovate per contenere acido gallico e dovrebbero essere evitate. Per sicurezza, suggerirei di cercare di evitare di avere tutti gli aceri nelle aree in cui i cavalli potrebbero consumare le foglie.

Il Prunus la famiglia, di cui ci sono 200 specie, comprende gli alberi da frutto in pietra: prugne, albicocche, pesche e ciliegie. Sebbene meno tossiche per i cavalli rispetto ai bovini, le pietre da frutto contengono cianuro e le foglie sono particolarmente tossiche durante l’avvizzimento.

Le ciliegie e le ciliegie nere sono considerate le più pericolose delle ciliegie selvatiche orientali.

I segni clinici di avvelenamento da cianuro includono un aumento della frequenza cardiaca e respiratoria, con i cavalli che respirano narici svasate pesantemente.

I glicosidi cianogenici causano mucose rosse brillanti, pupille dilatate, difficoltà respiratorie e shock. È possibile trattare i cavalli trovati all’inizio del corso della malattia utilizzando sostanze chimiche che legano il cianuro, consentendo di sbloccare il trasporto cellulare di ossigeno.

Nel caso di entrambi gli alberi di Acer e Prunus, cerca le foglie che sono cadute da questi alberi, così come i rami con le foglie che sono crollate e diventano disponibili per i cavalli da mangiare.

Mentre entriamo per cadere, il valore nutrizionale dell’erba al pascolo, persino dell’erba che sembra verde e abbondante, diminuisce drammaticamente. Di conseguenza il tuo cavallo potrebbe essere più propenso a cercare cose da mangiare che normalmente non lo interesserebbero, comprese le foglie. Puoi rendere le foglie meno attraenti integrando l’assunzione di pascoli con fieno di buona qualità.

Fonte : THe Clunes Horse Healt

Share