Europa tardo-medievale, Il Clan dei Cavalieri di Ostoja

Reading Time: 3 minutes read

Le prime testimonianze storiche che citano il Clan usano il nome Stibor, che deriva da Czcibor (Scibor, Czcibor, Cibor, Czesbor, Cidebur) che deriva da czcic (onorare) e borzyc (battaglia), denotando così una persona che “Combatte per Onore” o chi è il “Difensore dell’Onore”.

Una delle prime posizioni del Clan è un villaggio Sciborzyce , situato nella Piccola Polonia che prima del 1252 era di proprietà di Mikołaj di Ostoja. Ci sono anche note sui villaggi di Sciborowice e Stiborio (o Sthibor) intorno alla stessa area nel 1176 e nel 1178. Mikołaj di Ostoja terminò la costruzione della chiesa romana a Wysocice; sulle pareti della chiesa incise un precoce segno della famiglia Stibor prima che diventasse uno stemma chiamato Ostoja .

Questo segno è identico al primo sigillo conosciuto di Ostoja datato 1381. I figli di Mikołaj, Strachota e Stibor Sciborzyce si trasferirono nella chiesa di Wysocice nel 1252 e si trasferirono dalla Piccola Polonia.

Strachota si trasferì a Mazovia e Stibor a Kujawy dove nel 1311 fu trovata una nota su un villaggio chiamato Sciborze , che divenne il nido della linea kujawian di Stibors che in seguito divenne famosa in Slovacchia e Ungheria .

Nel 1025, quando Mieszko II Lambert fu incoronato, il Regno di Polonia aveva confini che ricordavano la Polonia moderna. Molti proprietari terrieri (comes, comites) erano contro il potere centralizzato nel regno.

La rivalità sorse tra i Signori della Grande Polonia , la cui capitale era Poznań , e quelli della Piccola Polonia , la cui città principale era Cracovia . Si pensa che gli Stibor siano stati un pilastro della dinastia Piast , la prima dinastia regnante della Polonia. I Piast furono in grado di espandere la Polonia durante il X e l’inizio dell’XI secolo.

I membri del clan furono nominati comandanti delle unità dell’esercito che proteggevano e amministravano queste nuove contee. L’espansione della Polonia e delle proprietà del Clan sembra essere andata di pari passo; per esempio, quando la Cuiavia e la Grande Polonia (Wielkopolska) furono incorporate, il Clan si espanse nella stessa area.

I documenti si riferiscono a Stibor come Comes of Poniec nel 1099, e si riferiscono anche a un altro Stibor come Comes of Jebleczna. Tuttavia, la proprietà di Poniec apparteneva alla Corona nell’XI-XII secolo e le informazioni su Stibor di Poniec nell’anno 1099 non sembrano corrette.

Secondo Tadeusz Manteuffel e Andrew Gorecki il clan consisteva di persone imparentate per sangue e discendenti da un antenato comune nel primo medioevo. Prima del tempo di Mieszko I di Polonia che univa diverse tribù, le tribù erano governate dal Clan. Durante il periodo di Bolesław I Chrobry ( 967-17 giugno 1025) e Bolesław III Wrymouth i clan includevano mercenari liberi provenienti da diverse parti d’Europa ma soprattutto dalla Normandia per difendere le loro proprietà e il loro paese.

I nidi originali della famiglia Ostoja erano situati nella Piccola Polonia e il clan si espanse a nord fino a Cuiavia e Pomerania durante la formazione dello stato polacco. È possibile che una parte delle famiglie del Clan di Ostoja abbia avuto origine anche da mercenari liberi, ma la maggior parte delle famiglie Ostoja ha avuto origine da Sarmati reali, i Draconarius. Prima del 1226 il grido di battaglia di Ostoja si trasformò in uno stemma quando il concetto di araldica divenne di uso comune in Polonia.

I cavalieri iniziarono ad avere i loro scudi e altri equipaggiamenti decorati con segni di identificazione. Questi segni e colori si sono evoluti in un modo per identificare il portatore come membro di una certa famiglia o clan. Il drago di Ostoja è stato utilizzato e identificato dalla maggior parte delle famiglie di Ostoja fin dal II secolo. Clan di Ostoja –

Fonte : it.abcdef.wiki/wiki/Clan_of_Ostoja / ostoya.org /

—————-

CAVALIERE, CAVALIERI, CAVALLI, COMMUNITY, EDUCATION, CONCORSO, COMPLETO, CORPORATE, RESPONSABILITY, EQUITAZIONE, EVENTING, FIERACAVALLI, PACKAGING, SQUADRA, SQUADRA SPORTIVA, SUSTAINABILITY, TEAM, TEST, TOPTEAM, WORK, ETHIC, RESPECT, KNIGHTS, AMAZONS

Share