Il cavallo in araldica

Reading Time: 1 minute read

Il cavallo è simbolo di valore, animo intrepido ed è considerato una delle figure nobili del blasone.

La figura del cavallo è stata spesso assunta nello stemma di chi aveva attaccato il campo nemico e lo aveva disperso con una carica di cavalleria.

Gli attributi araldici:

Allegro quando passante e privo di finimenti
Bardato quando è guarnito del completo finimento di guerra
Corrente se corre
Fermo quando riposa sulla quattro zampe
Galoppante se lanciato a tale andatura
Gualdrappato quando coperto di gualdrappa
Inalberato equivale a spaventato
Passante se in atto di camminare, con la zampa anteriore destra alzata
Recalcitrante quando solleva le zampe posteriori
Sellato se munito di sella e briglie
Spaventato quando è impennato e si drizza sulle reni
Unghiato se ha gli zoccoli di smalto diverso

Lo scudo italiano, detto anche a testa di cavallo, è caratterizzato dalla presenza di sette o nove sporgenze, due superiori, quattro o sei ai lati e una in punta.

È una forma molto usata nei monumenti, particolarmente in Italia, ma compare più raramente nelle armi familiari.

Fonte : Wikipedia

Share