Stati Uniti – Ronald Reagan, La passione per i cavalli dello ex Presidente

Reading Time: 2 minutes read

Il presidente Reagan e Nancy adoravano i cavalli e ne avevano diversi durante il loro periodo nel ranch. Reagan poteva spesso essere visto sellonare, governare e cavalcare cavalli e non aveva paura di sporcarsi le mani e lanciarsi, qualunque fosse il suo titolo ufficiale. In effetti, Reagan fu il primo presidente a aver bisogno di militari segreti specializzati.

Reagan era un abile cavaliere e quando divenne presidente eletto, aveva bisogno di protezione. Ma i suoi agenti dovevano essere in grado di stare al passo con lui in sella e alla Casa Bianca. Reagan aiutò più di diversi agenti a imparare nel stare in sella.

Reagan preferiva i cavalli con le gambe lunghe, veloci e atletici. Uno dei suoi cavalli preferiti si chiamava “El Alamein”.

El Alamein era un grigio anglo-arabo ed era stato donato a lui nel 1980 da Lopez Portillo, presidente del Messico. Nancy Reagan aveva il suo preferito: un cavallo chiamato “No Strings.”

Uno altro cavallo di proprietà di Reagan era una cavalla araba di nome Nancy D (dal nome di sua moglie). Nancy D ha dato loro un po ‘di problemi all’inizio. Quando fu sellata dalla tradizionale sella occidentale, si sedette e si rifiutò di alzarsi. quel tipo di sella e la cambiò con quella inglese, che trovò molto di più di suo gradimento.

Altri cavalli includevano Baby and Little Man, così come molti altri nel corso della vita dei Reagan. All’età di 78 anni, Reagan stava ancora cavalcando il più spesso possibile – fino al giorno in cui cadde da un cavallo.

Il 5 luglio, è stato riferito che l’ex presidente era caduto da un cavallo che si era bloccato su un pendio ripido e inevitabilmente inciampò. Sebbene le sue ferite erano considerate come minori, gli fu consigliato di rallentare o fermare la sua guida a cavallo.

Ciò non ha impedito ai Reagan di aggrapparsi al ranch, e dopo la morte di Ronald all’età di 93 anni, Nancy ha continuato a risiedere lì.

Nel 1998, ha venduto il ranch alla Young America’s Foundation, che ora conserva il ranch. Sebbene chiusa al grande pubblico, occasionalmente è possibile a studenti e sostenitori avere l’opportunità di visitare il ranch.

Share